Category

News

Calendario Masterclass Giugno

By | News
Finest Call & Reàl

Masterclass

Giovedì 7 Giugno presso il Lido Marechiaro di Soverato, Andrea Turnu (brand sales specialist), tornerà a spiegarci il differente utilizzo di Finest Call e Reàl e la grande qualità di questi prodotti.

MERCOLEDì 13 GIUGNO ORE 18

Passione Bourbon

Appuntamento imperdibile con un ospite internazionale: Charlie Graham (international brand educator), dopo la masterclass di succeso al Roma Whisky Festival, torna a raccontarci la storia del Bourbon e dei prodotti di Heaven Hill Distilery.
Vi aspettiamo il 13 giugno presso Barman Online: via privata Raimondo Montecuccoli, 21/A - 20147 MI

Rhum Damoiseau

Masterclass

Mercoledì 13 Giugno presso il locale Liggia di Genova, Clementine Guillot (Europe brand ambassador), vi trasperterà oltre oceano, sull'isola di Guadalupa e vi racconterà come si produce il vero rum agricolo Damoiseau. A seguire, alle ore 21:00 potrete scegliere fra i vari drink della cocktail list Damoiseau.

Cocktail List
GIOVEDì 14 GIUGNO ORE 19:30

RON ABUELO

Vi diamo appuntamento nella capitale per una masterclass e a seguire la guest bartending nel locale "Baccano" in via delle Muratte, 23 (RM).
Chi sarà l'ospite? Cristobal Srokowski, Global Brand Ambassador di Ron Abuelo.

Cocktail List
Ron Abuelo

Masterclass

Al primo piano del civico 30 di via di Monte Testaccio, venerdì 15 giugno Ron Abuelo sarà il protagnosta di una masterclass presso il locale CH1887.
Vi aspettiamo numerosi!

LUNEDì 25 GIUGNO ORE 14:30

RHUM DAMOISEAU

Un percordo didatto guidato dalla nostra brand ambassador Clementine Guillot che vi permetterà di degustare e consocere a pieno il segreto dei rum agricoli Damoiseau. Lunedì 25 giugno presso Spazio Versatile di Milano non mancate! ore 14:30

ALAMEA EXOTIC INFUSION

Masterclass & Guest Bartending

Elis Carriero del NU lounge di Bologna giovedì 28 giugno sarà ospite al Club Decò di Milano.
Masterclass ore 14:30
Guest bartending ore 19:00

Per altre informazioni contattaci a: info@onestigroup.com

GQ sceglie i prodotti OnestiGroup

By | News
Esclusiva GQ Italia

NON PERDERTI LO STRAORDINARIO NUMERO DI DICEMBRE GQ ITALIA

 Selezionati per “un buon bicchiere” Jura 16 years Diurach’s Owns, Nomad Whisky, Generous Gin, Cognac Camus Borderies XO, Polugar Vodka N°3 e Ron Abuelo 12 anni hanno preso parte nel numero 215 GQ mese Dicembre.

Nino Gandolfo, dalla Sicilia etichette moderne e vini di qualità

By | News

Fondata nel 1960, l’azienda agricola Nino Gandolfo è una realtà vitivinicola moderna con sede a Salemi (TP), nella splendida Val di Mazara, dove il clima caldo e mite della Sicilia incontra un terreno minerale ottimale per creare condizioni eccellenti di coltivazione della vite. Nella produzione Nino Gandolfo troviamo vitigni autoctoni e internazionali. Con grande attenzione per l’eco-sostenibilità, la filosofia produttiva della Nino Gandolfo si esprime nella ricerca continua del perfezionamento organolettico e sensoriale dei propri vini, per essere facilmente apprezzati in Italia e all’estero.

Nella Nino Gandolfo le classiche uve siciliane, come Syrah, Nero d’Avola, Catarratto, Grillo, Zibibbo, incontrano le internazionali Chardonnay e Viognier; la vendemmia sempre rigorosamente manuale, per rispettare meticolosamente la materia prima, e le diverse tipologie di affinamenti, dall’acciaio, ai vari tipi di barriques, al vetro, consentono di ritrovare la miglior piacevolezza nel bicchiere e offrire quell’esperienza vinicola siciliana così apprezzata dal consumatore. I vini Nino Gandolfo raccontano molto della storia familiare e della Sicilia, ci riportano alla tradizione e alla passione nella produzione vitivinicola del territorio.

 

Torre Venere e l’etica del vino beneventano

By | News

Dalla tradizione familiare di fine ‘800, la moderna azienda Torre Venere è situata a Castelvenere tra le prospere colline del Sannio beneventano, dove trova massima espressione l’uva Falanghina di antichissima origine. Qui le uve crescono sui tipici terreni campani di tufo grigio, che ne impreziosiscono le qualità organolettiche e caratteristiche espressive del vino cui danno vita. Torre Venere ha scelto di dedicarsi esclusivamente al coltura di vitigni autoctoni, poiché il territorio è per l’azienda l’autentico valore identitario, che dimostra di rispettare anche grazie alla totale eco-sostenibilità della filiera produttiva. Torre Venere infatti si distingue per l’attento utilizzo di fonti d’energia rinnovabili, la realizzazione manuale delle operazioni di vigna e cantina e il bilancio di anidride carbonica pari a zero, ottenendo nel 2013 la qualifica di “Azienda più green d’Italia”.

La dedizione dell’azienda risalta nella gamma prodotti di alta qualità, nella consapevolezza del legame indissolubile che lega un vino al proprio territorio di origine e nell’attenzione dedicata all’ambiente e alla salute: le informazioni contenute in ogni etichetta consentono di risalire alle singole viti di provenienza delle uve, garantendo il massimo della tracciabilità e della trasparenza al consumatore.

Dalle famose uve Falanghina e Aglianico, al meno diffuso Sannio Barbera, la materia prima è lavorata come oggetto di culto per ottenere le tipiche fragranze e morbidezze dei vini campani in un’azienda che in pochi anni è già conosciuta come punto di riferimento vitivinicolo del Sannio.

 

Casavecchia, eccellenza vinicola delle Langhe

By | News

A Diano d’Alba l’azienda agricola Casavecchia produce ed imbottiglia eccellenze, forte di una tradizione vitivinicola ultracentenaria. La produzione è esclusivamente da uve di proprietà coltivate su una superficie di 10 ettari in quantità limitata, ma accuratamente selezionata per proporre vini di grande armonia, equilibrio, struttura e tipicità. Il prodotto risulta di grande valore qualitativo, particolarmente longevo, intensamente fruttato e rotondo.

Eccezionale attenzione è dedicata all’affinamento: Casavecchia si distingue per scegliere di proporre al mercato i propri vini solo al giusto momento, con ritardo di anni rispetto ai minimi dei disciplinari, offrendo al consumatore la possibilità di degustare il prodotto già appena acquistato oppure conservandolo per un’occasione futura, grazie alla straordinaria longevità.

Dalla cima della collina di Diano d’Alba (CN) il territorio dipinge un capolavoro d’arte vitivinicola: in lontananza l’arco alpino, ad est le colline del Moscato e del Barbaresco, ad occidente i clivi ad anfiteatro del Barolo e la città di Alba.

Qui il Diano d’Alba Casavecchia matura ancora in vasche di cemento ed il Barbera, il Nebbiolo e il Barolo evolvono in legno di rovere e in botti e carati di diversa capacità.

Dall’armonia delle colline delle Langhe il carattere dei vini Casavecchia.

 

Polje, tradizione vinicola del Friuli e moderne tecnologie agricole

By | News

Polje nasce nel 1926 a Novali di Cormons, uno dei grandi Cru del Collio Goriziano, all’estremo lembo orientale del Friuli Venezia Giulia. Il territorio è noto per per le sue ampie superfici esposte a mezzogiorno, molto adatte per una viticoltura di alta qualità.

Negli ultimi anni la proprietà si è impegnata in una radicale trasformazione dell’azienda, rinnovando i vigneti ed esaltando la grande qualità delle uve, con l’impiego delle migliori tecnologie agricole al servizio dell’eccellenza produttiva. Con oltre 12 ettari di vigneti dell’età di 30 anni esposti a sud e vendemmiati esclusivamente a mano, Polje si presenta sul mercato come portavoce di una filosofia produttiva d’alto profilo, radicata sulla profonda conoscenza del territorio e punto di riferimento per quanti cercano vini di assoluto pregio.

Ribolla, Sauvignon, Pinot Grigio e Cabernet le uve protagoniste del marchio Polje, lavorate sempre con l’obiettivo del miglior equilibrio gusto-olfattivo e il perfezionamento del prodotto.

Nella gamma Polje, alle classiche DOC friulane del Collio, si affianca anche il Ribolla Spumante Brut Collio realizzato con metodo Charmat.

 

 

Gonzalez Byass: il nuovo Vermouth La Copa in esclusiva OnestiGroup

By | News

Gonzalez Byass riscopre l’antica ricetta del XIX secolo, oggi custodita nel più segreto dei cassetti dell’azienda. Torna il Vermouth La Copa, nato dall’incontro tra l’Oloroso e il Pedro Ximenez dopo 8 anni d’invecchiamento e una meticolosa selezione di botaniche: assenzio romano, chinino, buccia d’arancia, chiodi di garofano, noce moscata e altre ancora plasmano i sentori bitter-sweet che caratterizzano questo straordinario prodotto. Gli intensi aromi speziati si esprimono con pienezza, accompagnati dal tipico finale amaricante, di grande morbidezza ed eleganza.

Un prodotto premium unico nel suo genere, pensato per essere consumato puro oppure miscelato con soda e ghiaccio tritato, per vivere l’autentico “Vermouth Moment”.

Fondata nel 1835 a Jerez De La Frontera per volontà di Manuel Maria Gonzalez Angel, la Gonzalez Byass è divenuta nel tempo una leggenda della produzione vinicola spagnola e brand iberico di riferimento nel mondo. Vanta grandi nomi tra i suoi clienti più affezionati, da sempre appassionati dei suoi prodotti d’eccellenza. Nell’ampia gamma spiccano le linee di Sherry Tio Pepe e Gonzalez Byass, cui oggi si affianca il vermouth La Copa Gonzalez Byass con la volontà di divenire anch’esso un’icona nel mondo.

 

 

Novità in Esclusiva

By | News

Scopri le creazioni straordinarie di Tomaso Agnini.

Diamo il benvenuto a 2 nuovi vermouth.

Era la fine dell’‘800 quando Tomaso Agnini iniziò a proporre le sue ricette liquoristiche in numerose e rinomate fiere nazionali ed internazionali. Da quel momento iniziò a raccogliere una lunga serie di riconoscimenti ed encomi. Partì creando ricette originali che avevano il merito di riuscire a miscelare i più famosi liquori della tradizione italiana con i prodotti tipici delle nostre campagne. Mallo di noci e aceto balsamico di Modena sono stati, e sono tutt’ora, due tra gli elementi che meglio rappresentano e conducono lo scorrere del tempo della bassa padana.

L’innovazione spesso si presenta come capacità di saper dare nuova vita alle cose. Il mallo di noce, la polpa che avvolge il frutto, da sempre usato per il nocino, liquore tipico di tutta la provincia di Modena. Negli anni la tradizione emiliana ha portato a miscelare questi due liquori. Il vermouth Tomaso Agnini, riporta alla ribalta questa tradizione dove due sapori fortemente conosciuti si uniscono in un gusto ricco e corposo. Indicato per una nuova personalizzazione di cocktails già ben conosciuti che si presentano con una nuova veste.

Storicamente si interveniva sugli aceti prodotti nelle case per renderli più gradevoli, mediante aromatizzazioni oppure producendoli con differenti materie prime, uve di vini diversi o lavorazioni, creando nei secoli la reputazione degli aceti modenesi. Basta il nome per essere catapultati con la mente nel territorio modenese che ne è patria indiscussa da secoli. Già nel 1747 compare per la prima volta l’aggettivo “balsamico”, per distinguere una particolare tipologia rispetto alle altre presenti nel territorio. Tomaso Agnini ha unito la fama ed il gusto dell’aceto alla tradizione del vermouth, miscelando affermate tradizioni regionali italiane.

IN ESCLUSIVA SOLO DA ONESTIGROUP

The London N°1 si veste di nuovo!

By | News

Il Principe Azzurro dei Gin cambia look!

The London N°1 – N°1 Original Blue Gin

Il gin appartenente alla famiglia spagnola Gonzalez Byass subisce un restyling. La bottiglia si snellisce, e il prodotto viene velato da un pack in parte satinato. Che dire…straordinaria!

ONE & ONLY

Il London Nº1 è un gin unico che segna un ritorno ai più pregiati valori tradizionali. Questa è la versione più gloriosa del leggendario distillato che è stato reinventato dagli inglesi, prendendo come punto di partenza le erbe e le spezie che sono state portate a Londra nel XVIII e XIX secolo. Si tratta di una bevanda sublime, un affascinante colore blu turchese, realizzato in lotti molto piccoli distillando grani puri coltivati ​​nella campagna inglese e distillati a Londra.